I migliori produttori di etichette: confronto

Bestseller No. 1
Etichetta in Vinile per Produttori di Etichette, 25.40mm x 12.70mm, Nero Su Bianco/Trasparente, Lotto di 360
  • Compatibilità stampante: etichettatrice BMP41, etichettatrice BMP51, etichettatrice BMP53
  • Tipo materiale: vinile autoprotetto
  • N. materiale Brady: B-427
  • Dimensioni: Larghezza (mm): 25,40 mm, Altezza (mm): 12,70 mm
  • Colore: nero su bianco / trasparente
Bestseller No. 2
Etichetta in Vinile per Produttori di Etichette, 38.10mm x 7.62m, Rosso Su Bianco
  • Vinile durevole a basso ritiro con adesivo forte
  • Adatto per superfici irregolari, curve, ruvide e molto strutturate
  • Aderire a elementi "difficili" a bassa energia superficiale (tubazioni in PVC, alloggiamenti stampati a iniezione, plastica ABS, plastica riciclata)
  • Applicazione / i: etichettatura elettrica, identificazione degli impianti
OffertaBestseller No. 3
GOLDEN LADY Goldenlady My Secret 15 3P Collant, Donna, Nero (Nero 099A), Medium (Taglia produttore:3 – M)
  • Vita regolabile e cinturino comfort
  • Effetto make up, copre le leggere imperfezioni della pelle, per gambe subito perfette; punte invisibili
Bestseller No. 4
Navigare 516 Maglietta intima, Nero, Large (Taglia produttore:5), Pacco da 3, Uomo
  • Maglia Uomo 516 Mezza Manica Girocollo Basso in Cotone Jersey
  • Confezione da 3 pezzi
  • - Disponibile nei Colori Bianco, Assortito (Nero, Navy, Jeans), Nero e Blu
  • - Taglie dalla 3 alla 7
OffertaBestseller No. 6
MakeID Cartucce di carta per stampa etichette adattate per etichette Black on White Gap(12 x 35mm), Sostituzione del nastro per etichettatrice per produttore di etichette
  • 1. ETICHETTATURA da bidoni, contenitori, organizzatori e cestini a cartelle, cassetti, scatole e scaffali al tuo posto: cucina, garage, asilo nido, dispensa, casa, ufficio e vita.
  • 2. NASTRI con un forte adesivo che può essere applicato su diverse superfici come carta kraft, PVC, legno, vetro, scatola ondulata, metallo e busta. E resistente allo sbiadimento, all'acqua, grasso, sporcizia, abrasione.
  • 3. Facile da staccare e attaccare con split-back, nessun residuo lasciato quando viene staccato. Estendere il nastro trasparente di 15 cm attraverso l'uscita dell'etichettatrice prima della stampa.
  • 4. TRY nastri MakeID in molti colori, motivi e tipi, nonché nastri Premium Glitter e opachi.
  • 5. Stampa trasparente e pulita con nero su L1 White Gap, L1 Pink Fleck, L1 Trasparente, L1 Venus, L1 Bianco, L1 Oliver Green, L1 Rosa.

Come scegliere la tua etichettatrice

Ci sono molte etichettatrici sul mercato e le possibilità sembrano infinite. Se non hai idea di cosa si adatti alle tue esigenze, ecco i criteri di selezione da considerare.

Criterio n° 1: Dimensioni e durata delle etichette

Se conosci la larghezza massima dell’etichetta di cui hai bisogno, scegli un’etichettatrice in grado di stampare quelle dimensioni. Ad esempio, le etichette più popolari stampano etichette fino a 104 mm di larghezza. La tecnologia di stampa svolge un ruolo importante nella vita dell’etichetta. Che si tratti di stampa termica diretta oa trasferimento termico, ogni tecnologia ha i suoi vantaggi e svantaggi, soprattutto quando si tratta di durata dell’etichetta a fronte di condizioni meteorologiche particolari o temperature estreme. .

Criterio n° 2: Risoluzione

La risoluzione di un’etichettatrice si misura in DPI (punti per pollice). Se stai stampando etichette per un prodotto, la tua etichetta avrà un codice a barre e i codici a barre devono essere chiari per essere scansionati e letti dai lettori di codici a barre. Le etichettatrici tradizionali a 200 dpi sono sufficienti per testi, numeri, codici a barre e immagini a bassa risoluzione. Le stampanti con un’alta risoluzione di 300 dpi o 600 dpi consentono di raccogliere più informazioni in uno spazio etichetta limitato e migliorano la capacità di scansione dei codici a barre. È anche il modo migliore per produrre codici a barre 2D.

Criterio 3: dimensione e volume dell’etichetta e velocità di etichettatura

La dimensione dell’etichettatrice (mobile, desktop, industriale) dipende dal volume di stampa svolto al giorno e dal fatto che la stampante debba essere portatile. Alcune etichettatrici sono progettate per gestire un grande volume di etichette, mentre altre sono più adatte per piccole tirature. Quando si tratta di volumi maggiori, la velocità di stampa è importante perché si perderà produttività se l’etichettatrice non riesce a tenere il passo con un volume maggiore.

Criterio n° 4: Costo di esercizio e costi di manutenzione

Alcune persone tendono a scegliere la prima stampante che si adatta al loro budget. Alla lunga però potrebbe costare di più. È importante tenere presente che non è importante solo il costo iniziale di una stampante, ma anche il costo annuale di sostituzione delle cartucce di inchiostro, dei nastri e della manutenzione regolare, ecc. Un’altra cosa importante da tenere a mente per quanto riguarda il costo complessivo è la facilità d’uso. Dovresti scegliere una stampante semplice e di facile manutenzione, ma anche facile da usare e facile da usare, con il rischio di dover spendere tempo e denaro extra per la formazione del personale.

Criterio 5: opzioni di connettività

Se si collega l’etichettatrice a un PC, la connessione USB è la più comune. Se hai bisogno di un modello che permetta a più utenti di connettersi contemporaneamente, preferisci le etichettatrici con connettività Ethernet (LAN). Se stai trasportando la stampante e quindi desideri che sia portatile, la stampante deve essere in grado di accoppiarsi con un PC o un dispositivo mobile come uno smartphone o un tablet tramite Bluetooth o Wi-Fi.

Cos’è un’etichettatrice?

Le migliori 9 etichettatrici

In poche parole, un’etichettatrice è una stampante utilizzata per produrre etichette su piccole carte autoadesive o cartoncini. Un’etichettatrice di solito ha una tastiera e uno schermo integrati, che ne fanno un uso autonomo; cioè, non è necessario collegarlo a un computer. A differenza delle etichette autonome, esistono anche modelli che è possibile collegare a un computer per funzionare.

I produttori di etichette sono molto diversi dalle normali stampanti in molti modi. Ma non abbiamo bisogno di entrare nei dettagli. Questi semplici dispositivi portatili sono utili quando si creano etichette semplici per l’ufficio e la casa. Con l’aiuto di questi dispositivi compatti, puoi creare facilmente etichette quando e dove vuoi. La maggior parte delle etichette utilizza un’ampia varietà di nastri per etichettatura in carta, polimeri e sintetici.

E quando si tratta di connettività dell’etichettatrice, le migliori etichettatrici includono Ethernet, USB, Bluetooth e Wi-Fi Sebbene le etichettatrici siano utilizzate principalmente per l’etichettatura dei prodotti, possono essere utilizzate anche per molti altri scopi. Ad esempio, puoi creare etichette per i tuoi album fotografici, le tue tazze o per tutti i tipi di accessori per la conservazione.

Tuttavia, devi essere abbastanza creativo da trovare un uso pertinente. Puoi anche utilizzare le etichettatrici nel tuo ufficio per organizzare le tue attività come etichettare le tue valigette con un elenco di date, contenuti e altri dati rilevanti.

I diversi tipi di etichettatrici

Le etichettatrici possono essere distinte l’una dall’altra in base alla loro destinazione d’uso. Esistono quindi etichettatrici per ufficio, etichettatrici commerciali e industriali, nonché etichettatrici portatili. Vediamo tutto questo in dettaglio.

Etichettatrici per ufficio

Le etichettatrici da tavolo sono abbastanza economiche in quanto sono generalmente progettate e destinate a un uso medio-leggero e supportano rotoli di etichette larghi 100 mm. Sono utilizzati principalmente in ambienti sanitari e commerciali di medio volume. Forniscono velocità di stampa elevate con una varietà di utili funzioni aggiuntive.

lLe etichettatrici desktop sono generalmente consigliate per la stampa di etichette ad alta risoluzione, la stampa di ricevute, la produzione leggera e l’etichettatura di prodotti al dettaglio. Queste etichettatrici sono la scelta ideale per un ambiente d’ufficio.

Etichettatrici commerciali

Le etichettatrici commerciali sono progettate per scopi un po’ più pesanti rispetto alle etichettatrici desktop e possono utilizzare rotoli larghi fino a 200 mm. Questo tipo di etichettatrice viene utilizzato principalmente in TPE e TPI nei settori manifatturiero, imballaggio, vendita al dettaglio e logistica. Sono anche un’ottima scelta per i piccoli negozi.

Etichettatrici industriali

Con il suo titolo, è praticamente ovvio che questo tipo di etichettatrice viene utilizzato in settori ad alta domanda come la gestione delle risorse, la gestione dell’inventario e la gestione delle docking station. Le etichettatrici industriali sono progettate appositamente per gestire gli ambienti più difficili, comprese le fabbriche, dove è richiesta la stampa continua di etichette. La velocità di queste etichettatrici può variare da 4 a 8 fps.

Etichettatrici portatili

Come suggerisce il nome, queste etichettatrici possono essere facilmente trasportate senza alcuna difficoltà. Un’etichettatrice portatile spazia dall’uso industriale leggero a quello pesante, il che significa che può essere utilizzata sia negli uffici che nelle fabbriche. Ci sono anche etichettatrici portatili domestiche per uso personale a casa oa scuola. Questi sono modelli che mostrano una risoluzione abbastanza buona, ma non sono progettati per un uso continuo e pesante.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: