I migliori vini analcolici: confronto

Bestseller No. 1
Rocca dei forti Spumante Alcool Free - Pacco da 6 x 750 ml
  • Una bevanda dolce analcolica a base di mosto d'uva e aromi naturali
  • Provenienza: Italia
  • Contenuto alcolico: 0% vol
  • Abbinamenti: È ideale col dessert e per accompagnare ogni occasione di festa
  • Temperatura di servizio: Si serve fresco alla temperatura di 4-6°C; volume: 4.5 liters
Bestseller No. 2
Winezero - Rosso Analcolico a base di vino rosso dealcolato - Confezione 3 bottiglie
  • WINEZERO è un prodotto completamente analcolico, ottenuto estraendo alcol da vino prodotto in Italia
  • WINEZERO ha una gradazione analcolica pari a 0.0%
  • Il processo di dealcolazione di WINEZERO non utilizza sostanze chimiche
  • WINEZERO è ipocalorico, con solo 9Kcal per 100ml di prodotto
  • Ingredienti: vino dealcolato, mosto d'uva, acqua, aromi, addensanti Stabdrink B1. Confezionato in atmosfera protettiva. Contiene solfiti dal vino di derivazione.
Bestseller No. 3
Lyre's Classico Grande, Analcolico, Alternativa al vino, 750ml x 6
  • Profumo: leggermente colorato. Al naso seducente, lime sollevato con note di pesca fresca e pelle di mela Granny Smith. Un accattivante tono floreale e muschiato che aggiunge complessità e invita al gusto
  • Degustazione: Aromaticità generose continuano nel bicchiere, classica acidità di mela verde seguita da una morbida ricchezza di pera, pesca e mela rossa al palato a piacere. Sono presenti acidi fini gessosi per pulire il palato e prepararvi al prossimo bicchiere.
  • Come gustarlo: Servire freddo in un flute o coupette. Aggiungi l'Italian Spritz di Lyre, soda e arancia per un perfetto Amalfi Spritz analcolico.
  • Chiusura: tappo a vite. Formato bottiglia: 750 ml
  • Vol alcolico: analcolico
Bestseller No. 4
alternativa® - Bollicine Bianco Extra-Dry - 0.0% vol
  • ALTERNATIVA non è succo d'uva, ma si ottiene estraendo l'alcol dal vino normalmente vinificato
  • La gradazione alcolica di ALTERNATIVA è certificata 0.0%
  • ll metodo di dealcolazione utilizzato non prevede lʼutilizzo di sostanze chimiche, e non altera le proprietà organolettiche del vino
  • E' certificato HALAL ed è adatto a diete vegetariane e vegane
  • Ingredienti: bevanda ottenuta dalla dealcolazione totale del vino, mosto d'uva, anidride carbonica aggiunta. Contiene solfiti dal vino di derivazione.
Bestseller No. 5
alternativa® - Bollicine Bianco Sweet - 0.0% vol
  • ALTERNATIVA non è succo d'uva, ma si ottiene estraendo l'alcol dal vino normalmente vinificato
  • La gradazione alcolica di ALTERNATIVA è certificata 0.0%
  • ll metodo di dealcolazione utilizzato non prevede lʼutilizzo di sostanze chimiche, e non altera le proprietà organolettiche del vino
  • E' certificato HALAL ed è adatto a diete vegetariane e vegane
  • Ingredienti: Mosto d'uva, bevanda ottenuta dalla dealcolazione totale del vino, anidride carbonica aggiunta. Contiene solfiti dal vino di derivazione.
Bestseller No. 6
alternativa® - Rosato Dry - 0.0% vol
  • ALTERNATIVA non è succo d'uva, ma si ottiene estraendo l'alcol dal vino normalmente vinificato
  • La gradazione alcolica di ALTERNATIVA è certificata 0.0%
  • ll metodo di dealcolazione utilizzato non prevede lʼutilizzo di sostanze chimiche, e non altera le proprietà organolettiche del vino
  • E' certificato HALAL ed è adatto a diete vegetariane e vegane
  • Ingredienti: bevanda ottenuta dalla dealcolazione totale del vino, mosto d'uva. Confezionato in atmosfera protetta. Contiene solfiti dal vino di derivazione
Bestseller No. 7
Winezero - Bianco Dry Analcolico da Vino Bianco dealcolato - Confezione da 3 bottiglie
  • WINEZERO è un prodotto completamente analcolico, ottenuto estraendo alcol da vino prodotto in Italia
  • WINEZERO ha una gradazione analcolica pari a 0.0%
  • Il processo di dealcolazione di WINEZERO non utilizza sostanze chimiche
  • WINEZERO è ipocalorico, con solo 9Kcal per 100ml di prodotto
  • Ingredienti: vino dealcolato, mosto d'uva, acqua, aromi, addensanti Stabdrink B1. Confezionato in atmosfera protettiva. Contiene solfiti dal vino di derivazione.

Come scegliere il tuo vino analcolico

Una volta deciso di convertirsi al vino analcolico, è importante conoscere questa bevanda. Inoltre, scopri i criteri da conoscere per scegliere un vino analcolico.

Criterio n° 1: Etichette

Le prime informazioni sul vino analcolico si trovano sulle etichette della bottiglia. Ciò deriva dal fatto che questa bevanda è ancora poco conosciuta dai consumatori. Le dichiarazioni sulle etichette sono quindi una guida per chi vuole bere per la prima volta vino analcolico, o per chi vuole esplorare nuovi brand. Questa informazione indica la provenienza del vino, ma anche la sua attendibilità. Quando possibile, è preferibile utilizzare i termini “imbottigliato sulla proprietà” o “AOC” sull’etichetta. Questo è un indizio importante per riconoscere un prodotto da un buon vigneto.

Criterio n° 2: La capsula

Un altro criterio permette di scegliere i migliori vini analcolici. Questo è il tappo, che deve riportare la lettera R. Questo riflette la provenienza diretta della bottiglia, preparata dal venditore stesso o da un’industria di raccolta. In questo caso, in questo caso specifico, puoi star certo che il vino è biologico oltre che analcolico. Questo ti impedirà di correre il rischio di bere qualcosa di malsano, soprattutto se bere vino analcolico è un problema di salute.

Criterio n° 3: Capacità

Per le bevande alcoliche come champagne e vino classico, si consiglia di non farsi ingannare dalle apparenze. D’altra parte, per il vino analcolico, questo non ha più la sua ragion d’essere. La qualità della bottiglia è infatti affidabile in quanto la bevanda è posta sotto un contenitore di vetro, con un’etichetta e un tappo che ne indicano in dettaglio la provenienza. Quando possibile, si consiglia di evitare bottiglie di plastica o di cartone. Solo la bottiglia di vetro conserva il gusto e la consistenza del vino analcolico utilizzato dai produttori di grand cru. In questo caso, gli intenditori preferiscono le bevande presentate in bottiglie di vetro. Per avere più fiducia, puoi chiedere consiglio al tuo venditore, che ti aiuterà meglio nella tua scelta.

Vino analcolico e perdita di peso

Il vino analcolico ha tre volte meno calorie del vino normale. Gli amanti del vino che desiderano perdere peso, infatti, possono consumarlo senza moderazione.

Criterio n° 4: Il prezzo

In fatto di vino analcolico, non è vero che la bottiglia più costosa risulta essere la migliore. Una bottiglia che ha un prezzo di 10, 15 o 100 € potrebbe non soddisfare necessariamente le tue esigenze, in termini di gusto e consistenza. Non c’è spazio per i pregiudizi nella ricerca dei migliori vini analcolici. Ha più senso scommettere su altri fattori senza fare riferimento al prezzo. Per trovare un’annata di qualità è meglio evitare di fissarsi sul prezzo, soprattutto perché i prezzi dei vini analcolici sono sempre più economici di quelli alcolici. Il più delle volte è possibile trovare anche un buon vino analcolico a meno di 5 €.

Criterio n° 5: Le specificità secondo il marchio

Ci sono molti marchi che possono offrire il loro vino sul mercato, e non è facile trovare i migliori vini analcolici. Ogni brand ha la sua specificità, che permette di fare la differenza. Côte de Vincent è un marchio francese di vino bianco, rosato, rosso e spumante. St Regis propone la stessa gamma di grands cru dealcolizzati, dai gusti raffinati e dai profumi delicati a meno dello 0,5% di alcol. Per avere uno spumante senza alcool, scegli il marchio L’Emoustillant, questo vino rosato pastorizzato, completamente naturale, senza zucchero, coloranti o conservanti. Per trovare una gamma di spumanti aromatizzati analcolici, D’Artigny è presente. Petit Béret offre vini analcolici e senza fermentazione provenienti dal patrimonio locale e da una ricetta ancestrale. Altri marchi sono presenti nel commercio, sta a te scegliere quello che fa per te.

Come usare il vino analcolico?

Il vino analcolico è un’alternativa ideale al vino alcolico per le donne in gravidanza e le persone che soffrono di determinate malattie. Ciò deriva dal fatto che i migliori vini analcolici possono essere completamente analcolici o con al massimo lo 0,5% di alcol in volume.

Bevanda apprezzata per la sua presenza a tutto pasto, il vino analcolico può essere presente in aperitivo. Viene utilizzato anche nella preparazione di pietanze, in sostituzione del vino alcolico. Accompagna molti piatti, e si sposa bene con tutti i menù, siano essi carne, pesce, verdure o pollame. Si beve anche con il dessert, in accompagnamento a dolci e dessert al cioccolato.

D’altra parte, il fatto è che negli ultimi tempi i consumatori preferiscono uno stile di vita più sano. In questo caso, essendo l’alcol considerato pericoloso per la salute, in particolare abusandolo, il vino analcolico diventa una bevanda più salutare. Il vino analcolico diventa quindi il beniamino della vita sociale, sia negli affari, sia con la famiglia o gli amici. I migliori vini analcolici si trovano in tutti i locali pubblici, in tutte le cerimonie e nelle gite festive. La bevanda diventa più adottata per rimanere sobri divertendosi.

Cucinare con vino analcolico

Rosso o bianco, il vino analcolico è un vero compagno culinario. Può essere utilizzato per piatti e salse. Verdure grigliate, tapas, insalata di pasta…, tante ricette possibili.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: