I migliori fornitori di gas: confronto

Bestseller No. 2
ZD131-C 3v Universale Gas Riscaldatore di Acqua Elettrovalvola Generale Gas Riscaldatore di Acqua Accessori
  • ZD131C è una valvola di classe C che può essere sostituita direttamente con una valvola di classe B ZD131B. È anche possibile sostituire ZD131-A
  • Finché la dimensione della stessa come con la tensione può essere utilizzata
OffertaBestseller No. 3
Beko HILG 64220 S piano cottura Incasso Gas Nero
  • Beko HILG 64220 S piano cottura Incasso Gas Nero
Bestseller No. 6
De Longhi Cucina SGW-854N a Gas 4 Fuochi e Forno a Gas Colore Bianco
  • Numero Fuochi: 4
  • Dimensioni cm (LxP): 86x50
  • Tipologia Forno: Gas

Come scegliere il tuo fornitore di gas

La concorrenza imperversa nel settore del gas francese, nonostante il chiaro dominio di Engie, ex GDF/Suez. Infatti, la liberalizzazione del gas nel 2007 ha permesso l’emergere di quasi 40 player francesi e stranieri. Anche EDF, storico fornitore di energia elettrica, è diventato fornitore di gas. Ecco i criteri da ricordare per trovare il fornitore giusto.

Criterio n° 1: Il prezzo del gas

Confronta il prezzo kWh di ciascun fornitore per trovare quello più economico per te. Buono a sapersi, fornitori alternativi come Total Direct Energie o Vattenfall spesso offrono prezzi kWh più interessanti di quelli di Engie. E rispetto ai grandi consumatori, i piccoli consumatori pagano un prezzo più alto per i loro kWh di gas.

Interessatevi anche al prezzo dell’abbonamento, la parte fissa della bolletta. Ai consumatori pesanti verranno offerti gli abbonamenti più costosi. La zona tariffaria (classificata da 1 a 6) avrà un impatto anche sul prezzo dell’abbonamento dei grandi consumatori. Più la loro zona tende al 6, più aumenta il prezzo del kWh.

Criterio n° 2: I contratti proposti

Engie e alcuni fornitori locali sono gli unici ad offrire tariffe regolamentate, vale a dire deciso dallo Stato e rivisto al rialzo o al ribasso secondo i prezzi di mercato. Dal novembre 2019, invece, non è più possibile sottoscrivere tariffe regolamentate e cesseranno di esistere il 30 giugno 2023. tasso indicizzato è l’offerta più comune sul mercato.

Molto interessante per i piccoli consumatori, la tariffa indicizzata propone prezzi di offerta per kWh sempre inferiori a quelli di Engie. Ma l’indicizzazione non protegge la tua tariffa dai movimenti al rialzo del prezzo del gas, poiché rimane guidata dalla tariffa regolata di Engie.

Offerte a tasso fisso costituiscono la seconda grande categoria di offerte di mercato, vale a dire offerte diverse dalle tariffe regolamentate. Con una tariffa fissa, il prezzo per kWh rimane bloccato per tutta la durata del contratto, indipendentemente dalle fluttuazioni dei prezzi di Engie. Questo ti protegge dagli aumenti, ma fa poco a tuo vantaggio in caso di declino.

Per rimediare a questa ingiustizia, i fornitori hanno presentato offerte a tasso fisso e rivedibile al ribasso. I prezzi non aumentano in caso di aumento delle tariffe regolamentate. Cadono contemporaneamente al prezzo di mercato. E se il prezzo del gas scende alla data di anniversario del tuo abbonamento, il fornitore modificherà il tuo prezzo al ribasso, fino al 7% all’anno!

Criterio 3: il profilo di consumo

Il tuo profilo di consumo condizionerà anche il fornitore di gas a cui devi iscriverti. Trovare il kWh più economico non basta per risparmiare. Dovrai analizzare le tue esigenze, come consumi e quanto gas consumi prima di trovare quello che fa per te. Sulla base delle offerte e dei prezzi proposti, Engie ha individuato 4 classi di consumo per tutte le utenze gas:

  • Base (da 0 a 1.000 kWh/anno, cottura),
  • B0 (da 1.001 a 6.000 kWh/anno, cucina e acqua calda sanitaria),
  • B1 (da 6.001 a 30.000 kWh/anno, cucina, acqua calda sanitaria e riscaldamento),
  • B2I (da 30.000 a 300.000 kWh/anno, cucina, acqua calda sanitaria e riscaldamento).

Più gas consumi, minore sarà il prezzo del tuo kWh. D’altro canto, i consumatori pesanti vedranno aumentare il costo del loro abbonamento. Al contrario, un piccolo consumatore che utilizza il gas per cucinare e l’acqua calda sanitaria pagherà di più per i suoi kWh. Ma avrà un abbonamento più economico.

Sapere

In un contratto di gas, solo il fornitore è tenuto a rispettare i suoi impegni. Il cliente non deve onorare la durata del contratto, anche per un’offerta a prezzo fisso superiore a 3 anni. Puoi tornare alla tariffa regolamentata o rescindere un contratto per cambiare fornitore come meglio credi, senza penali o taglio del gas.

Criterio n° 4: Qualità del servizio e garanzie

Scopri di più sulla qualità del servizio di un fornitore di gas sui forum e dalla tua famiglia. Presta particolare attenzione agli orari, all’efficienza e alla reattività. Ad esempio, Vattenfall è rinomata per il suo servizio clienti al telefono. Ma il titolo di miglior fornitore cambia spesso di anno in anno.

non dimenticare di verificare le garanzie fornite dal fornitore, in particolare per il prezzo fisso rivedibile al ribasso. Le offerte online possono essere molto interessanti se hai dimestichezza con Internet. Consentono infatti di semplificare e accelerare le procedure relative alla sottoscrizione.

Perché cercare il miglior fornitore di gas?

È molto facile cambiare fornitore.

La disdetta di un contratto gas è gratuita, immediata e automatica. Non ci sono costi aggiuntivi, nessun cambio di installazione, nessun cut-off. Il gas acquistato dal fornitore successivo rimane identico a quello del precedente. E puoi tornare al tuo vecchio fornitore senza giustificazione, gratuitamente e senza indugio!

In previsione di un trasloco o della costruzione di una casa.

Non devi aspettare fino a quando non hai finito di costruire la tua casa per scegliere un fornitore di gas. Inoltre, ha più senso farlo prima. Coloro che hanno programmato di trasferirsi saranno inoltre invitati a cercare un fornitore di gas più adatto alla futura sistemazione in base al proprio budget e ai propri consumi.

Gioca la competizione.

Ci sono quasi 40 fornitori di gas in Francia. Per vincere la scommessa, devono competere e proporre offerte interessanti. Sfrutta al massimo la tua libertà di cambiare fornitore in qualsiasi momento e trova l’offerta migliore per te. Inoltre, molti abbonati cambiano il loro contratto ogni anno.

Trova il miglior servizio adatto alle tue esigenze.

Al di là dei potenziali risparmi, è necessario trovare un fornitore di gas che offra un servizio all’altezza delle aspettative. Per sapere quanto sia efficace il servizio clienti di un fornitore, controlla le recensioni dei consumatori. Molti abbonati non esitano a fornire i loro consigli sui forum.

Offerte doppia energia

Molti fornitori si stanno posizionando anche sull’elettricità. Potrai quindi sottoscrivere gas ed energia elettrica in un unico contratto. Queste doppie offerte hanno il vantaggio di costare meno di due distinte offerte gas ed elettricità. Engie, Total Direct Energie, Total Spring e Proxelia propongono la doppia offerta di energia elettrica e gas, con prezzi fissi, indicizzati o modificabili. Quanto a EDF, offre la tariffa regolamentata solo sull’elettricità, non sul gas.

Le diverse tipologie di fornitori di gas

La maggior parte dei francesi pensa che il prezzo dell’energia stia solo aumentando e che il gas verde sia costoso. Queste 2 affermazioni sono false! In verità, il prezzo del gas varia a seconda del fornitore scelto. Francesi o di origine straniera, si dividono in 2 tipologie.

Fornitori storici

Questa categoria riguarda principalmente Engie, già GDF/Suez, che detiene oltre il 70% del mercato del gas in Francia. Esistono anche fornitori storici chiamati ELD o società di distribuzione locale. Nonostante la loro portata locale, questi ELD sono autorizzati a offrire offerte a prezzi regolamentati.

Engie deve il suo monopolio del gas alla tariffa regolamentata. Ma come tutti i fornitori storici, anche questa azienda statale è autorizzata a vendere gas a prezzo di mercato. Inoltre, con la fine delle tariffe regolamentate prevista per il 30 giugno 2023, è già iniziata la guerra alla ricerca dei clienti.

Fornitori alternativi

Chiamiamo fornitori alternativi tutti quelli che non sono né Engie né ELD. Propongono offerte a tassi di mercato, siano esse a tasso fisso, a tasso indicizzato, oa tasso fisso rivedibile al ribasso. Ad esempio, possiamo citare Eni, Total Direct Energie, Ilek e Vattenfall tra i fornitori alternativi più noti in Francia.

Gli abbonamenti a prezzo di mercato si dimostrano più attraenti e vantaggiosi rispetto alla tariffa regolamentata di Engie, sebbene la quota di mercato dei fornitori alternativi rimanga minima. In definitiva, il risparmio energetico ottenuto è notevole. Si noti che EDF, un fornitore di energia elettrica, ha anche lo status di fornitore alternativo di gas.

Il gestore della rete

Indipendentemente dal fornitore scelto, ognuno di noi utilizza lo stesso contatore e lo stesso gas, distribuito da GRDF nel 95% dei casi. Per il restante 5%, gli ELD si occupano della distribuzione. I costi di trasporto sono gli stessi per tutti i fornitori di gas. GRDF offre la stessa garanzia e gli stessi servizi a domicilio per tutti. Sta inoltre installando il contatore connesso Gazpar, previsto per tutte le famiglie francesi allacciate al gas nel 2022. Infine, GRDF è responsabile della manutenzione e dell’ammodernamento della rete.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: