I migliori subwoofer: confronto

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2
1 subwoofer SP AUDIO SP-8CW SP8CW 20 cm 200 mm 8" diametro doppia bobina dvc 2+2 ohm 200 watt rms 400 watt max cofano bagagliaio auto car, 1 pezzo
  • Venduto singolarmente; Subwoofer Sp Audio sp-8cw da 20 cm di diametro (8"); Cono nero in carta non pressata con cuciture sul bordo; Doppia bobina mobile al alta temperatura da 3,86 cm di diametro (1,5"); Sospensione di grandi dimensioni; Cestello verniciato arancione; Polo della piastra ventilato;
  • Terminali ad innesto veloce; Potenza rms: 200 watt; Potenza max: 400 watt; Risposta in frequenza: 30 - 1000 hz; Impedenza: 2 + 2 ohm (dvc); Sensibilità: 83 db; Diametro totale del subwoofer: 21,2 cm; Diagonale fori di installazione: 20,4 cm;
  • Diametro foro di installazione: 17,6 cm; Profondità di montaggio: 9,2 cm; Diametro magnete: 12,3 cm; Peso del subwoofer: 2,44 kg; Peso della confezione: 2,7 kg; Venduto singolarmente.
  • I Subwoofer della serie sp della sp audio sono sottoposti a severi test in fase di progettazione, per verificare e assicurare la qualità del prodotto. I cestelli dei Subwoofer serie sp sono realizzati in alluminio e formano una struttura rigida e resistente. I coni sono in carta non pressata e sono estremamente duri mentre le sospensioni sono molto efficienti.
  • Inoltre notiamo le cuciture vicino al bordo per evitare che si scolli durante le lunghe escursioni. Un prodotto dalle prestazioni eccellenti. Questo subwoofer può essere amplificato da un tradizionale amplificatore ab a 2 canali da 200 watt rms. Per evitare danni irreparabili al subwoofer non superare le potenze consigliate dalla casa.
Bestseller No. 3
Altoparlante Subwoofer CHELLY-8 8 ohm Woofer 100 Watt
  • Diametro 200 mm, potenza 100 W, impedenza 8 Ohm
  • Foro circolare 180 mm, profondità di montaggio 80 mm. Peso: 1,2 kg
  • brand: McGee
OffertaBestseller No. 4
Yamaha NS-SW050 Subwoofer, 100 W, Nero
  • Subwoofer con porta bass reflex Twisted Flare e tecnologia Advanced YST II
  • Cono da 20 cm
  • Dimensioni 291 x 292 x 341 mm
  • Peso 8.5 kg
  • Dynamic Power di 100 W (5 ohms), Output Power di 50 W (100 Hz, 5 ohms, 10% THD)
OffertaBestseller No. 5
Kenwood KSC-SW11 Subwoofer Amplificato, Nero
  • 150 watt di potenza
  • telaio in alluminio pressofuso
  • telecomando a filo
  • ingresso altoparlanti
Bestseller No. 6
Echo Sub - Il potente subwoofer per il tuo Echo - Richiede un dispositivo Echo e un servizio di musica in streaming compatibili
  • Echo Sub è dotato di un woofer downfiring da 6” (152 mm) e 100 W che riproduce un audio dai bassi profondi.
  • Associalo a un dispositivo Echo o Echo Plus (venduti separatamente) per avere un suono dinamico che riempie la stanza.
  • Associalo a due dispositivi Echo compatibili dello stesso tipo per ottenere un suono stereo eccezionale da destra e da sinistra.
  • Facile da configurare e usare: collegalo alla presa di corrente, apri l’App Alexa e connettilo via Wi-F ai tuoi dispositivi Echo (uno o più) per controllare la musica con la tua voce.
Bestseller No. 7
Blaupunkt GTB 8200 a Attivo Bass Box/subwoofer
  • Bassi incisivi forniscono l'alimentazione 200W, è dotato di uno slot bass reflex, per cui nonostante le piccole dimensioni dei bassi, garantiscono suono pulito e piacevole per l'orecchio
  • GTB 8200A presenta design sottile, si inserisce in ogni tronco
  • Alloggio molto stabile
  • Potenza massima 200 W
  • Dimensioni prodotto 25,4 x 2,6 x 27,2 cm

Come scegliere il subwoofer?

Il subwoofer è una parte essenziale di un’installazione audio per ottenere una qualità audio ottimale. È importante conoscere alcuni criteri quando si sceglie un subwoofer adatto alle proprie esigenze.

Criterio n° 1: Il tipo di scatola

Esistono principalmente 2 tipi di subwoofer, vale a dire subwoofer attivi e subwoofer passivi. I subwoofer attivi hanno un amplificatore integrato, sono facili da installare e sono più convenienti. Devi solo collegarli alla tua sorgente audio per goderti un suono di qualità. Al contrario, i subwoofer passivi sono più destinati all’uso esterno. Richiede un amplificatore di potenza indipendente per funzionare. Sono utilizzati nei concerti e possono avere una notevole potenza sonora.

Criterio n° 2: Potenza sonora

Questa caratteristica definisce la capacità del subwoofer di produrre suono. Questa grandezza fisica è espressa in Watt RMS. I produttori possono esprimere la potenza solo in Watt. Ma questo approccio viene utilizzato per il marketing. La potenza sonora del dispositivo è mostrata in Watt RMS e dovresti fare affidamento solo su questa unità. Più alto è questo valore, più potenza sviluppa il subwoofer. È importante scegliere un armadio adatto alla tua stanza e non esagerare con la potenza. Si sconsiglia di installare un subwoofer troppo potente in una stanza piccola poiché la qualità del suono potrebbe deteriorarsi e si potrebbe ottenere un suono saturo.

Criterio n° 3: La dimensione della scatola

Poiché il subwoofer verrà installato in una stanza e occuperà un certo spazio, è importante sceglierne le dimensioni con attenzione. Esistono modelli più vistosi e più o meno ingombranti, disposti su un piede. Questi modelli sono generalmente posizionati vicino al tuo televisore o al tuo sistema audio come l’impianto hi-fi. Possiamo trovare anche modelli di piccole dimensioni, più compatti, che possono essere posizionati sotto un tavolo ad esempio.

Diametro dell’altoparlante

Preferisci altoparlanti di grande diametro. Come regola generale, più è grande, più sarà in grado di mescolare l’aria in modo ottimale e riprodurre bassi più profondi.

Criterio n° 4: Il diametro dell’altoparlante

È inoltre necessario prendere in considerazione il diametro dell’altoparlante. Per ottenere bassi profondi, l’altoparlante dovrebbe avere un diametro abbastanza grande. Per l’uso domestico si consiglia una membrana dell’altoparlante da 16 a 30 cm di diametro. Tuttavia, abbina le dimensioni del tuo altoparlante a quelle degli altri altoparlanti per una riproduzione del suono più naturale e insatura.

Criterio n° 5: I collegamenti e le opzioni abitative

Per collegare efficacemente il subwoofer alla sorgente sonora, è necessario che disponga di determinate connessioni. L’ingresso RCA è il più comune. Ma più il modello è dotato di più connettori, più è versatile e può essere utilizzato su dispositivi specifici. La maggior parte dei modelli sul mercato ha una connessione cablata, ma dall’avvento della tecnologia wireless, possiamo trovare modelli che possono connettersi tramite Bluetooth. Per i modelli attivi, il subwoofer deve avere diverse impostazioni per affinare la riproduzione del suono e adattarla in base al tipo di trasmissione sonora. Anche la presenza di un telecomando, così come uno spegnimento programmato, sono opzioni da non trascurare.

Cos’è un subwoofer?

I migliori 9 subwoofer

Diversi anni fa, il subwoofer veniva tralasciato negli impianti audio domestici, a causa del suo ingombro e della difficoltà di regolarlo correttamente. Così difficile che il suono risultante è sgradevole e di scarsa qualità. Gli utenti hanno quindi finito per non integrarlo nel sistema audio domestico.

Ma quei giorni sono finiti e grazie al progresso della tecnologia e alla crescente esperienza, i produttori ora dispongono di subwoofer o subwoofer ad alte prestazioni che offrono un’eccellente qualità del suono. Certo, questa apparecchiatura audio è ancora di grandi dimensioni, ma meno considerevole di quanto non fosse diversi anni fa. Il suo vero vantaggio è la facilità di regolazione. Con pochi tocchi, puoi ottenere bassi buoni, profondi e di qualità.

Un subwoofer o subwoofer è un’apparecchiatura audio utilizzata per la produzione di suoni bassi o suoni a bassa frequenza. Di norma, suona con una frequenza inferiore a 80 Hz. Nell’audio, questo tipo di suono è chiamato “basso”.

In apparenza, il cassone è spesso una scatola a forma di cubo e utilizza in parte il legno come materiale da costruzione. In questa struttura è alloggiato un altoparlante appositamente progettato per riprodurre i suoni dei bassi. Per bassi profondi e potenti, questo altoparlante ha un diametro abbastanza grande.

A seconda del tipo di box, al box può essere montata una parte elettronica che funge da amplificatore integrato. Questo tipo di scatola si chiama « subwoofer attivo ». Se il subwoofer non ha uno e ha solo un altoparlante, si chiama « subwoofer attivo ».

Il ruolo del subwoofer è garantire la riproduzione dei bassi in un’installazione audio. Per ottenere un suono ricco e gradevole, è necessario unire insieme i tre modi che formano il suono e cioè: i suoni alti, medi e bassi. I primi due sono trasmessi da altoparlanti di fascia media e tweeter.

Senza subwoofer il suono sarebbe privo di bassi e avremmo un suono meno ricco e sgradevole. Occorre poi bilanciare bene ogni tipo di suono per ottenere una qualità del suono ottimale, con bassi profondi, medi molto chiari e alti cristallini.

I diversi tipi di subwoofer

Esistono principalmente 2 tipi di subwoofer sul mercato, a seconda della modalità di funzionamento: subwoofer attivi e subwoofer passivi.

Subwoofer attivo

Un subwoofer attivo è un tipo di altoparlante dedicato ai bassi, costituito da un altoparlante che sviluppa frequenze basse profonde e anche da un amplificatore audio integrato. È quindi pronto all’uso e non richiede alcun amplificatore esterno per funzionare. Questa caratteristica gli conferisce grande praticità.

Allo stesso modo, questo tipo di subwoofer è facile da installare. L’utente può mettere a punto il suono utilizzando i controlli di regolazione incorporati sul dispositivo. Questo subwoofer può essere utilizzato anche se il dispositivo hi-fi non dispone di un’uscita subwoofer adeguata.

Subwoofer passivo

Questo tipo di subwoofer non ha un amplificatore integrato o una parte elettronica nell’alloggiamento. Il subwoofer è composto solo da un subwoofer come sugli altoparlanti convenzionali. Quindi ha bisogno di un amplificatore esterno per funzionare.

Il subwoofer passivo è destinato piuttosto all’uso professionale perché l’impostazione è più complicata rispetto a un modello attivo per beneficiare di una riproduzione del suono ottimale. L’utilizzo di questo modello deve essere effettuato con un amplificatore avente una potenza maggiore rispetto a quella richiesta dal subwoofer per non danneggiare i vostri dispositivi audio.

Attenti alla membrana!

Evitare di pulire la membrana dell’altoparlante con un panno umido o utilizzando un solvente. Questa azione può causare danni irreversibili all’altoparlante.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: