Le migliori mutue per disoccupati: confronto

Bestseller No. 1
Crack America
  • Gaggi, Massimo (Author)
Bestseller No. 3
Ho perso il lavoro a 44 anni... e ora che faccio?: nuova edizione
  • C, Filippa (Author) - C., Filippa (Narrator)
Bestseller No. 4
Giovani Carini E Disoccupati
  • Giovani Carini E Disoccupati
  • dvd
  • Luppi,Kutzarida,Luppi,Kutzarida
  • Ryder,Hawke (Actor)
  • Audience Rating: G (audience generale)

Come scegliere il tuo fondo comune per i disoccupati

Se sei disoccupato, devi scegliere la tua mutua assicurazione sanitaria tenendo conto dei criteri seguenti. Questi fattori ti faranno risparmiare denaro.

Criterio n° 1: Necessità

Per risparmiare denaro quando sei disoccupato, rivolgiti a un piano che soddisfi tutte le tue esigenze di salute, almeno l’essenziale. Durante questo periodo, non è consigliabile aderire a una mutua che ti offre rinforzo ottico anche se non hai problemi di vista. Se visiti regolarmente il dentista, una garanzia dentale elevata tornerà utile. Pianifica anche le spese ospedaliere e scegli una compagnia di mutua assicurazione economica che ti rimborserà per loro.

Criterio n° 2: Le garanzie offerte

Non sempre è ragionevole adottare la formula base che verrà offerta da una mutua. Scegli invece la copertura che fa per te e che ti farà risparmiare un sacco di soldi in caso di problemi di salute. Per le cure di routine (cure odontoiatriche, farmaci, consulenze, cure ottiche), assicurati che ti venga offerto un rimborso fino al valore del ticket (l’importo pagato dalla Previdenza Sociale meno l’importo delle spese sanitarie).

Criterio n° 3: Periodi di attesa

I periodi di attesa oi periodi di attesa possono limitare notevolmente l’ambito di applicazione dell’assicurazione sanitaria complementare per i disoccupati. Ad esempio, una mutua con un periodo di attesa di 6 mesi potrebbe non essere redditizia per qualcuno che non lavora. Se mai l’assicurato soffre di un problema di salute pochi mesi dopo l’adesione al contratto, non sarà coperto con tale periodo di attesa. Si raccomanda quindi non solo di tenere conto della tariffa, ma anche di considerare tale periodo temporale applicato al contratto di mutua assicurazione.

Criterio n° 4: Il contributo

Il tuo contributo sarà fissato dalla mutua in base alla tua situazione professionale, alla tua età, al tuo sesso, ad altri elementi nonché al livello di copertura prescelto. Ricorda che una mutua che offre un rimborso del 100% può essere più economica per un disoccupato rispetto a una mutua che offre un rimborso del 200%. Più l’assicuratore interviene per coprire le tue spese mediche, più alto sarà il premio assicurativo. Le migliori mutue della nostra selezione ti offrono una buona copertura e un premio basso. Inoltre, puoi sempre verificare se la mutua ha dei limiti di rimborso.

Criterio n° 5: Tasso di rimborso

Quando scegli un’assicurazione sanitaria complementare per la tua coppia o per te stesso (come disoccupato), il prezzo mensile non dovrebbe essere il criterio principale della tua scelta. Dovrai prendere in considerazione le possibili tariffe di rimborso per assicurarti che il tuo contratto sia perfettamente adatto alle tue esigenze. Non esitate neanche a verificare se la vostra mutua include esclusioni di garanzie. Questa impostazione è importante anche per la tua scelta, poiché influisce sulle tue copertine.

Anche se sei disoccupato, non restare senza un piano di assicurazione sanitaria perché questa protezione ridurrà il tuo carico su eventuali spese mediche. Inoltre, i bisogni di salute possono rimanere importanti durante questo periodo.

Si può parlare di mutua assicurazione per i disoccupati?

I sussidi di disoccupazione esistono, ma in pratica non c’è il sussidio di disoccupazione reciproco. Si tratta piuttosto di un fondo comune di investimento “quando sei disoccupato”, situazione specifica che ti dà accesso a diverse soluzioni modulabili, al contrario di un lavoratore dipendente che deve sottoscrivere una mutua aziendale.

Un disoccupato può scegliere tra:

  • reciproco di un coniuge
  • Un mutuo tra genitori
  • Un mutuo individuale
  • Un mutuo della vecchia società (per un periodo limitato)

Tuttavia, si noti che anche se non esiste una mutua di disoccupazione, si può ancora parlare di mutua adattata alle esigenze dei disoccupati, motivo per cui abbiamo citato sopra le migliori mutue per i disoccupati.

I nostri consigli

Disoccupato, devi segnalare il tuo cambiamento di situazione al tuo assicuratore in modo che possa darti una mano.

Le diverse tipologie di mutue per i disoccupati

Ci sono 3 modi per beneficiare di una mutua assicurazione sanitaria quando sei disoccupato. Scoprili.

reciproco del coniuge

Un disoccupato può iscriversi alla compagnia assicurativa del coniuge. Se sei sposato o convivente e il tuo compagno di vita si avvale di una mutua aziendale, hai la possibilità di essere vincolato a questo contratto. Tuttavia, se entrambi non possono aderire alla mutua aziendale perché il tuo compagno ha un contratto a tempo determinato, ad esempio, hai comunque la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria complementare indipendente. Essendo sullo stesso contratto, potrai beneficiare di una riduzione “di coppia”, che ti consente di risparmiare sui contributi. Il prezzo rimane preferenziale anche per le coppie.

Genitori reciproci

Un disoccupato può rimanere completamente a carico dei suoi genitori anche se non vive più con loro. Può beneficiare della mutua assicurazione sanitaria della madre e/o del padre a condizione che abbia meno di 25 anni, disoccupato o studente, e non abbia completato 12 mesi di stage per la ricezione dell’indennità di disoccupazione. È difficile trovare una compagnia di assicurazione sanitaria che accetti di legare a un contratto familiare una persona dipendente e disoccupata di età superiore a 25 anni. Se l’allacciamento viene rifiutato, il disoccupato deve poi sottoscrivere a titolo personale una mutua assicurativa.

Mutuo individuale

Alcune mutue individuali sono adattate alle esigenze dei giovani adulti disoccupati. Offrono garanzie essenziali a prezzi davvero convenienti per i disoccupati. Se hai già ricevuto l’indennità di disoccupazione, non avrai più altra alternativa oltre alla sottoscrizione di una mutua assicurativa individuale. Non preoccuparti, un semplice piano ti darà già una copertura per i costi correnti e ospedalieri. Tuttavia, assicurati di essere ben informato sui vari trattamenti aggiuntivi (ottici, odontoiatrici, ecc.). Sappi che senza un lavoro, hai la possibilità di adattare completamente il tuo fondo comune alle tue esigenze, ad un prezzo davvero contenuto!

Ricordare

In caso di ricovero, il disoccupato sprovvisto di mutua assicurazione deve pagare la quota di partecipazione, la franchigia e il forfait giornaliero.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: