Le migliori bici A2: confronto


Come scegliere la tua moto A2

Ecco alcuni parametri da considerare per trovare la migliore moto A2 che soddisferà le tue esigenze e soddisferà i tuoi desideri di evasione.

Criterio n° 1: Il motore

Se possiedi una patente A2, puoi quindi guidare una cilindrata superiore a 125 cc. Se opti per una grande cilindrata, assicurati che il loro motore non superi i 70 kW e che possa essere limitato in modo da ridurne la potenza nel pieno rispetto dei vincoli imposti dalla normativa vigente.

In questo senso, rivolgiti a una motocicletta i cui kit di morsetti A2 possono essere abbastanza facili da installare. L’ovvio vantaggio è che non appena otterrai la tua patente di Classe A completa, sarai in grado di rimuovere le briglie e goderti una moto molto più potente, senza doverne acquistare una nuova.

Criterio n° 2: Il sistema di frenatura

La maggior parte delle motociclette con un sistema frenante standard non impedisce ai freni di bloccarsi se utilizzati in modo eccessivo. Quindi guarda ai modelli dotati di un sistema di frenata ABS che impedirà a pneumatici e freni di bloccarsi e slittare quando si frena troppo forte.

Come nuovo titolare di una patente A2, avrai maggiori probabilità di frenare eccessivamente in una situazione di panico. Per la tua sicurezza, quindi, scommetti su una moto con sistema frenante ABS.

Criterio n° 3: Il parabrezza

Si consiglia di scegliere una motocicletta con parabrezza o carenatura nella parte anteriore. Questo per proteggerti dal vento e dalle intemperie. Dover piegarsi in avanti per combattere la forza del vento durante la corsa ti stancherà a lungo termine.

Scegli un modello con un parabrezza che bloccherà anche piccoli sassi e insetti durante la guida. Nel complesso, ti manterrà più pulito e più a tuo agio durante i tuoi spostamenti. Anche la tua sicurezza sulla strada è una preoccupazione.

Criterio n° 4: L’altezza del sedile

Per assicurarti una guida comoda e divertente sulla tua auto, presta particolare attenzione all’altezza della sella e al modo in cui sono posizionate le gambe.

Quando raggiungi un punto in cui devi fermarti e mettere i piedi a terra, l’altezza del sedile dovrà adattarsi alla lunghezza delle gambe. È quindi necessario trovare il giusto equilibrio tra l’altezza della seduta e la lunghezza del proprio cavallo.

Assicurati che questo spazio sia distante solo pochi centimetri in modo da poterti sentire a tuo agio quando sei in piedi o in piedi. Per tua informazione, tieni presente che ci sono anche moto da donna e piccole corporature se sei basso.

Criterio n° 5: L’altezza del manubrio

Assicurati di poter accedere facilmente ai comandi manuali quando sei seduto sulla tua moto. Quindi assicurati di avere una buona postura quando guidi la tua moto.

Pertanto, una buona postura significa che non dovrai piegarti in avanti per raggiungere i comandi. Anche i gomiti dovrebbero essere leggermente piegati quando si è seduti sulla bici per raggiungere i comandi, che ti manterranno comodo e vigile mentre guidi.

Le caratteristiche della moto per la patente A2

Per poter guidare in regola con la tua patente provvisoria, è essenziale guidare una moto che soddisfi gli standard della categoria A2. A questa fine,

  • la potenza massima del motociclo deve essere limitata a 35kW (cioè 47,5 cavalli) e a 25kW per i motocicli prodotti prima di gennaio 2013.
  • il rapporto peso/potenza non deve superare 0,2 kW/kg.
  • la potenza massima (sbrigliata) della motocicletta non deve essere maggiore o uguale al doppio della sua potenza quando è trattenuta. In altre parole, una motocicletta da 70kW (limitata a 35kW) può essere ammessa A2, mentre una motocicletta con potenza superiore a 70kW non è ammissibile A2, anche se limitata a 35kW.

Guidare correttamente una moto nuova

Prima di partire per un’avventura in un viaggio a lunga distanza, ricordati di rodare prima la tua nuovissima “grande bici”. Questo è essenziale affinché si stabilizzi. Percorrere quindi almeno 500 km mantenendo una velocità costante. Evita di partire alla massima potenza e di accelerare troppo perché ciò potrebbe compromettere le prestazioni del motore. Familiarizza la tua auto con i vari cambi di marcia.

Che cos’è il bloccaggio A2?

Il bloccaggio di una motocicletta è una manipolazione tecnica che consiste nel ridurre (bloccare) la potenza del suo motore. Pertanto, il morsetto A2 limiterà la potenza della motocicletta a 47,5 cavalli o 35 kW. Il bloccaggio deve essere eseguito da un professionista. Quest’ultimo ti fornirà un certificato di ritenuta quando richiedi una carta di immatricolazione del motociclo. Successivamente, nel documento di registrazione verrà indicata la potenza massima di 35kW.

Buono a sapersi

Sul livello di rumorosità, moto e scooter oltre i 175 cc sono tenuti a non superare gli 80 dB.

Normative sulle emissioni di fumo delle motociclette

Norme europee sulle emissioni Monossido di carbonio (mg/km) Idrocarburi totali (mg/km) Idrocarburi Non metano (mg/km) NOx (mg/km)
Euro 4 1140 170 Non legiferato 90
Euro 5 1000 100 68 60

I diversi tipi di motociclette A2

Ecco uno sguardo più da vicino ai pochi tipi di moto che si possono guidare con la patente A2.

La moto standard

La moto standard ha un design semplice ed è adatta a tutti gli scopi. Il suo motore può variare da 125 cc a 1000 cc. Può essere dotato di un portapacchi, o anche di una borsa da serbatoio.

Normalmente non ha una grande carenatura nella parte anteriore e l’ergonomia che offre è abbastanza neutra perché non è molto inclinata né in avanti né all’indietro. L’altezza del sedile può adattarsi comodamente a quasi chiunque.

Tuttavia, alcuni modelli ad alta potenza richiedono un bloccaggio per essere conformi alla patente A2.

L’incrociatore

La moto di tipo cruiser di solito ha un’altezza della sella leggermente inferiore rispetto al modello standard. Il che la rende una buona bici da città. Gli incrociatori sono disponibili in diverse cilindrate, da un motore di piccola cilindrata a 1.000 cc o più a seconda della marca.

Quando pensi a un incrociatore, la Harley-Davidson potrebbe essere il primo marchio che ti viene in mente. La motocicletta “cruiser” è infatti dello stesso tipo della Harley-Davidson.

La moto off-road

Questa è una moto fuoristrada che può percorrere qualsiasi tipo di terreno. Queste motociclette hanno per questo una sospensione all-terrain più aggressiva e robusta e possibili pneumatici all-terrain ultra-aderenti.

L’altezza della sella della macchina è generalmente un po’ più alta rispetto ad altri tipi di moto. I fuoristrada sono generalmente adatti a grandi avventurieri e persino a campeggiatori. Hanno anche abbastanza spazio per riporre gli elementi essenziali del campeggio.

La bici sportiva

Questo è un tipo di moto molto apprezzato per la sua velocità e agilità unita a un’eccellente ergonomia rivolta in avanti, pronta a fare i turni in movimento.

Uno dei principali punti di forza della moto sportiva è la sua leggerezza. Ciò è dovuto al fatto che è realizzato in alluminio e materiali più leggeri per aumentarne la maneggevolezza.

Tuttavia, poiché la sua altezza della sella è solitamente elevata, questa moto non è destinata ai piccoli motociclisti.

La moto da turismo

Questo tipo di moto è generalmente più grande della maggior parte delle altre moto sul mercato ed è più adatto per il cross-country. Questa moto offre una grande capacità di stivaggio con una migliore ergonomia che ti permette di guidare per ore.

Questo tipo di moto può infatti trasportare una grande quantità di equipaggiamento. Ha anche una grande carenatura che blocca efficacemente il vento e il maltempo durante la guida. La dimensione del suo motore è generalmente grande. Ciò gli consente di mantenere un buon ritmo e un’eccellente stabilità di guida in autostrada.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: