Le migliori scarpe antinfortunistiche: confronto

Bestseller No. 1
U-Power RL20036 RedLion Point S1P SRC - Scarpe antinfortunistiche con suola Infinergy, Puntale in alluminio, Grigio/Verde, 43 EU
  • Tomaia Nylon ultra traspirante e pelle scamosciata
  • Fodera Wingtex a tunnel d’aria traspirante
  • Puntale in alluminio
  • Antiperforazione e antiscivolo
  • Suola PU/PU Infinergy
Bestseller No. 3
OffertaBestseller No. 4
Diadora 701.170235 Scarpa da Lavoro Bassa S3 Glove Diadora, 42 Taglia
  • Protezione e isolamento assoluti
  • Elevate tecnicità dei materiali
  • Confezioni da 1
Bestseller No. 6
UCAYALI Scarpe Antinfortunistiche Uomo Comode Traspiranti Scarpe da Lavoro Morbide Scarpe da Ginnastica Leggere per Lavorare Cammin Supermercato, Blu 43 EU
  • Materiale esterno: la parte superiore sintetica è realizzata in un tessuto a maglia molto traspirante e la scarpa è elastica e traspirante.
  • Fodera: usa una fodera morbida e traspirante per proteggere i tuoi piedi mentre cammini e fornire un buon senso di comfort.
  • La testina in acciaio fornisce una protezione extra per i tuoi piedi.
  • L'intersuola è realizzata in materiale antiperforazione "Kevlar", che ha una buona funzione antiperforazione.
  • Materiale suola: gomma La robusta suola in gomma offre la migliore presa anche su superfici lisce.
OffertaBestseller No. 7
Sparco Teamwork Scarpa Antinfortunistica da Lavoro-Bassa per Uomo E Donna-Nitro-S3 SRC, Stivali Unisex-Adulto, Nero Blu Sparco, 43 EU
  • S3 - SRC - antistatica, privo di metallo, resistente agli idrocarburi, puntale in composito
  • Assorbimento dell'energia nel tallone, transpirante, ottima resistenza allo scivolamento
  • Lamina antforazione: puntale resistente a 200 Joule
  • Leggera e flessibile
  • Ottimo comfort: ottime prestazioni, stile running

Come scegliere le scarpe antinfortunistiche

Per garantire a pieno la tua sicurezza, soprattutto sul lavoro, è fondamentale scegliere con cura le tue scarpe antinfortunistiche. Ecco i parametri da considerare prima di intraprendere qualsiasi acquisto.

Criterio n° 1: Il materiale

Il materiale delle tue scarpe antinfortunistiche definisce comfort e leggerezza quando le indossi. Puoi scegliere tra pelle, gomma, microfibra e altri materiali sintetici.

Criterio n° 2: Peso ed ergonomia

Anche il peso gioca un ruolo molto importante. Le scarpe troppo pesanti, infatti, possono limitare i movimenti mentre le scarpe leggere sono molto più pratiche. Prima di acquistare le tue scarpe antinfortunistiche, provale prima per giudicare se ti mettono a tuo agio o meno.

Criterio n° 3: Affidabilità

Gli standard sono i garanti della sicurezza e della qualità. La norma EN ISO 20345 definisce a questo scopo 7 classi di calzature di sicurezza inclusa la classe SB che comprende calzature resistenti agli urti:

  • Classe S1, che comprende calzature antistatiche che assorbono gli urti al tallone e hanno una suola resistente agli idrocarburi,
  • classe S1P per calzature resistenti alla perforazione e aventi le caratteristiche di quelle della classe S1,
  • classe S2 per calzature che sono sia impermeabili che hanno le caratteristiche delle calzature della classe S1,
  • classe S3 che comprende calzature di sicurezza che sono sia antiscivolo, antiperforazione e aventi le caratteristiche di quelle della classe 2,
  • classe S4 per calzature resistenti all’acqua aventi le caratteristiche di quelle della classe 1,
  • classe 5 per calzature di sicurezza che sono sia antiperforazione che avente le caratteristiche di quelle della classe 4.

Va notato che a questo elenco possono essere aggiunti altri standard come lo standard CI che garantisce l’isolamento dal freddo o lo standard HRO con suola resistente al calore.

Criterio n° 4: La professione

Puoi anche fare la tua scelta in base alla professione esercitata poiché i rischi non sono gli stessi. Un muratore, un falegname, un saldatore, un imbianchino, un operatore di macchina o anche un elettricista non acquisteranno sicuramente la stessa scarpa antinfortunistica perché non hanno le stesse esigenze e i rischi sono diversi da un lavoro all’altro.

Pulizia esterna delle scarpe antinfortunistiche a seconda del materiale

Il cuoio

Per pulire adeguatamente le tue scarpe antinfortunistiche in pelle, spazzolale per rimuovere la polvere. Passare con un panno umido, quindi applicare il latte detergente e, utilizzando un panno in microfibra, strofinare delicatamente a piccoli cerchi. Per eliminare i graffi, usa il dentifricio. Per fare questo, usa un panno morbido e strofina delicatamente la pasta con movimenti circolari fino a quando i graffi non scompaiono.

Per aggiungere qualche anno alle tue scarpe antinfortunistiche in pelle, incerale con un prodotto lucidante specifico venduto nei negozi specializzati per i professionisti dell’edilizia. Infine, lascia asciugare le scarpe all’aria in un luogo caldo e asciutto della casa e tieni lontane le fonti di calore.

Tela sintetica o microfibra

Per pulire le scarpe in tela sintetica o in microfibra, passale semplicemente in acqua saponata. È inoltre possibile utilizzare prodotti per la pulizia venduti nei lavori di edilizia professionale. Una volta lavate correttamente, lascia asciugare le scarpe all’aria in un luogo caldo e asciutto della casa e tieni lontane le fonti di calore.

Nabuk o crosta di velluto

Il nabuk e la crosta di velluto sono materiali particolarmente fragili che richiedono una pulizia accurata e delicata. Per fare ciò, spazzola le scarpe antinfortunistiche solo quando sono asciutte. Per la spazzolatura, utilizzare un pezzo di crepe naturale. Per eliminare le macchie ostinate, usa un sottile foglio di carta vetrata o un foglio di ottone. Infine, asciuga tutto con un panno morbido inumidito con acqua saponata. Infine, lascia sempre asciugare le scarpe all’aria in un luogo asciutto e caldo della casa e tieni lontane le fonti di calore.

Buono a sapersi

Se indossi le scarpe antinfortunistiche quotidianamente, i professionisti dei DPI consigliano di cambiarle ogni anno.

I diversi tipi di scarpe antinfortunistiche

Le scarpe antinfortunistiche sono disponibili in 3 diversi tipi: scarpe antinfortunistiche alte, scarpe antinfortunistiche basse e stivali antinfortunistici. Quindi eccoli sotto una lente d’ingrandimento.

Scarpe di alta sicurezza

Un paio di scarpe antinfortunistiche alte sono progettate con un gambo superiore che copre il polpaccio e la caviglia per una maggiore protezione. Sono consigliati per terreni difficili.

Benefici :

  • Antistatico
  • Antiscivolo
  • Resistente all’abrasione
  • Antiperforanti
  • Impermeabili
  • Protezione ottimale

Svantaggi:

  • Non molto comodo
  • Lourdes
  • Meno flessibile

Per chi è ?

Le scarpe antinfortunistiche alte sono più adatte per lavori all’aperto dove c’è un alto rischio di cadute o tagli.

Scarpe antinfortunistiche basse

Le scarpe antinfortunistiche a taglio basso sono molto più adatte per il lavoro svolto in posizione inginocchiata.

Benefici :

  • Flessibile
  • Comodo
  • Fornire una migliore libertà di movimento

Svantaggi:

  • Freddo
  • Protezione non ottimale

Per chi è ?

Sono principalmente destinati ai lavoratori che utilizzano frequentemente una scala o una scala.

Scarpe antinfortunistiche

Gli stivali di sicurezza mantengono i piedi caldi proteggendoli.

Benefici :

  • Comodo
  • Flessibile
  • Isolante
  • Traspirabilità della pelle

Svantaggi:

  • Lourdes
  • ingombrante

Per chi è ?

Gli stivali di sicurezza sono adatti per addetti alle pulizie, giardinieri, agricoltori e addetti alle celle frigorifere.

Importante

Nei settori medico e culinario, l’igiene deve essere prioritaria in termini di scarpe antinfortunistiche. Questo è il motivo per cui alcuni modelli hanno un carattere antimicotico.

Altri articoli scritti dai nostri esperti: